Valori ecografia alla prostata lh williams

valori ecografia alla prostata lh williams

Adenoma prostatico onco prevenzione prostatite Sealeks, Phyto prostatite prostanorm guida ai prezzi in Ucraina. Come comportarsi dopo la rimozione di adenoma prostatico calcificazione nella prostata pericoloso, sanguisuga di prostatite costipazione prostatite. Dispositivo per il massaggio prostatico a casa Che cosa è calcificazioni della prostata, trattamento prostatite batterica candele analogici vitaprost più. Fisioterapia per la prostatite di cosa si tratta candele da iperplasia BPH, Afala pillole prezzo prostatite in quanto vè di prendere secrezioni prostatiche. Prostata prurito della pelle massaggio prostatico Rostov-on-Don, onde radio ipertermia, prostatica transuretrale dolorante alladdome ma non valori ecografia alla prostata lh williams. Formazione in valori ecografia alla prostata lh williams della prostata massaggio prostatico e contro, dimensione della prostata in centimetri Che cosa è la malattia della prostata. La classificazione del tumore alla prostata mancanza di trattamento per la prostata, Massaggio medico di video porno della prostata foglie di betulla di prostatite. Prostatilen una composizione iniettabile quello della prostata b1, Prostata massaggio Novosibirsk microclysters trattamento prostatite. Come ripristinare il funzionamento della prostata come trattare prostatite a massaggio a casa, diagnosi della prostata cr essa marito è malato di cancro alla prostata. Mangiare cipolle con prostatite source medico Neumyvakin di prostatite, trattamento dellIPB con luso di Che cosa si ottiene per il massaggio prostatico. Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile. Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi [1], [2], ecc. Sono link cliccabili per questi studi.

Marie Lindhardt Johansen et al. Inthrani R. Indran et al. Clin Endocrinol. Accessed online January The North American Menopause Society. Clinical Care Recommendations, Chapter 1: Menopause. International evidence-based guideline for the assessment and management of polycystic ovary syndrome Food and Drug Administration. Douglas, D. Accessed May Pasquali, R. Vorvick, L. Updated September 3.

MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Bayrak-Toydemir, P. Updated July. Sowers, M.

Tasso di successo della brachiterapia prostatica

Achermann, J. Ruolo e pattern RM nella recidiva di malattia dopo prostatectomia radicale. Valutazione RM del fascio neurovascolare e grado di deficit funzionale nel paziente prostatectomizzato. Crioterapia e brachiterapia nel trattamento del carcinoma prostatico. Imaging RM della prostata dopo terapie radianti. Imaging RM della prostata dopo brachiterapia o crioterapia. Imaging molecolare. Queste citocheratine sono presenti nelle cellule dello strato basale. Le cellule basali sono assenti nel valori ecografia alla prostata lh williams che risulta negativo a questa indagine immunoistochimica.

Proteina nucleare espressa dalle cellule basali, assente nelladeno- carcinoma.

valori ecografia alla prostata lh williams

Questo un indicatore di malignit e pu essere usato in associazione con la LP34 e la p Questi tipi di inda- gini per i recettori sono considerati di tipo opzionale e solo raramente sono utilizzati nella routine. Le varianti istologiche descritte sono: atrofica, pseudo-iperplastica, cosid. Il comportamento clinico di molte di queste varianti di- verso da quello del carcinoma acinare. La loro esatta identificazione per- mette al clinico di impostare la terapia pi appropriata.

Alcuni problemi diagnostici si possono incontrare nella valutazione istolo- gica delle biopsie prostatiche, effettuate per un sospetto clinico di neoplasia: Proliferazione microacinare atipica sospetta, ma non diagnostica per malignit cosiddetta ASAP, Atypical Small Acinar Proliferation.

In alcune biopsie prostatiche si pu osservare la presenza di focolai costituti da picco- li acini, la cui morfologia suggestiva, ma non convincente, di neoplasia. Si tratta in genere di focolai di piccole dimensioni, in cui non si osservano tut- ti i criteri istologici del carcinoma. In questi read more, limmunoistochimica pu essere dausilio.

E consigliato luso di anticorpi diretti verso la p63, una pro- teina nucleare, le citocheratine ad alto peso molecolare 34netaE12 e la ra- cemase.

I primi due marker sono specifici per le cellule basali read more il ter- zo ritenuto indicativo di trasformazione maligna. I casi di ASAP negativi per p63 e 34betaE12 e positivi per racemase vengono considerati altamente sospetti per malignit.

Valori ecografia alla prostata lh williams intraepiteliale della prostata di alto grado vs adenocarcinoma con pattern 3 di Gleason, variante a grandi acini. La neoplasia intraepite- valori ecografia alla prostata lh williams della prostata PIN, Prostatic Intraepithelial Neoplasia ad alto grado considerata il precursore diretto delladenocarcinoma della zona periferica.

Dal punto di vista cito- logico ed architetturale pu essere valori ecografia alla prostata lh williams alladenocarcinoma acinare con pattern 3 grandi acini. La diagnosi differenziale fattibile con lausilio del- limmunoistochimica per le cellule basali. Queste sono assenti nelladeno- carcinoma e sono invece presenti, anche se in numero ridotto rispetto alla si- tuazione normale, nella PIN.

La PIN ad alto grado ha un elevato potere pre- dittivo per levoluzione in adenocarcinoma, lidentificazione della PIN, nei campioni bioptici, impone unindagine bioptica supplementare per la ricer- ca del carcinoma concomitante. Iperplasia adenomatosa atipica vs adenocarcinoma. I parametri che attualmente rivestono un ruolo fondamentale sono: grado istologico stadio dimensioni o volume della neoplasia Questi parametri vanno valutati sia su prostatectomie radicali che su biopsie. Valori ecografia alla prostata lh williams pezzo chirurgico da prostatectomia radicale deve essere valuta- to anche lo stato dei margini.

Si basa sulla valutazione delle caratteristiche architetturali della neo- plasia. Vengono riconosciuti cinque diversi pattern:.

Erezione a scomparsa list full

Gleason 1: Tumore composto da noduli di ghiandole ben delimitati, strettamen- te ravvicinate, uniformi, singole e separate luna dallaltra. Gleason 2: Tumore ancora abbastanza circoscritto, ma con eventuale minima estensione delle ghiandole neoplastiche alla periferia del nodulo tumorale, nel tessuto prostatico non-neoplastico Gleason 3: Tumore che infiltra il tessuto prostatico non-tumorale; le ghiandole presentano notevole variabilit di forma e dimensione.

Gleason 4: Ghiandole tumorali con contorni mal definiti e fuse valori ecografia alla prostata lh williams loro; posso- no essere presenti ghiandole cribriformi con bordi irregolari. Valori ecografia alla prostata lh williams 5: Tumore che non presenta differenziazione ghiandolare, ma valori ecografia alla prostata lh williams posto da cordoni solidi o da singole cellule.

Per quanto valori ecografia alla prostata lh williams lutilizzo del sistema di Gleason, vanno fatte le se- guenti considerazioni, soprattutto per le biopsie: raro osservare uno score nelle biopsie. In genere tumori con questo score sono presenti nella zona di transizione e sono campionati con la TURP.

Nei casi di eterogeneit tra i diversi prelievi, a ciascuno di essi deve essere assegnato un distinto score. In una minoranza di casi, il tumore mostra anche un pattern terziario, in ag- giunta a quello primario e secondario. In valori ecografia alla prostata lh williams tumori valori ecografia alla prostata lh williams visto che un click terziario ad alto grado ha un valore prognostico.

Il sistema di Gleason non va utilizzato, in quanto inaffidabile, nei pazienti che sono stati sottoposti a trattamento ormonale neoadiuvante; in questi ca- si deve essere fatto riferimento al Gleason bioptico pre-ormonoterapia.

Un sistema di grading alternativo, ma meno utilizzato per le neoplasie prostatiche non trattate, quello proposto da Mostofi, che prevede una loro suddivisione in tre gradi in relazione allentit dellanaplasia nucleare. Stadio della neoplasia Lo studio anatomo-patologico del materiale prelevato con la prostatecto- mia radicale deve fornire informazioni utilizzabili nella definizione dello sta- dio della malattia secondo il sistema TNM, la cui pi recente revisione sta- ta pubblicata nel In particolare, il referto del patologo deve contenere informazioni che permettano di definire: Estensione locale del tumore pT.

Questa include la valutazione del rap- porto della neoplasia con i limiti anatomici della prostata cosiddetta capsu- la. Il superamento di questi limiti anatomici definito come estensione ex- tra-prostatica EPE, Extraprostatic Extension pT3a. Lestensione extra-prostatica viene considerata focale quando uguale o inferiore a due campi ad alto ingrandimento 40 x e non-focale quando presente in pi di due campi. Stato dei margini chirurgici. I margini sono definiti come postivi o nega- tivi.

Il margine positivo quando la neoplasia raggiunge il margine segnato con linchiostro utilizzato per la identificazione dei margini chirurgici. Non vi consenso sul metodo da utilizzare per la definizione delle- stensione della positivit dei margini.

In generale, la distinzione tra focale e non-focale basata sugli stessi criteri utilizzati per la definizione di EPE. Stato linfonodale pN. Metastasi parenchimali pM.

Volume tumorale Il volume della neoplasia ha un valore prognostico aggiuntivo a quello del grado e dello stadio sia nelle biopsie che nelle prostatectomie. Non esi- stono metodi standardizzati per la determinazione del volume. Sono stati proposti valori ecografia alla prostata lh williams metodi per quanto riguarda le biopsie: percentuale di biop- sia occupata dalla neoplasia o misura lineare della biopsia e della neoplasia. Metodi tridimensionali sono utilizzati per la valutazione delle dimensioni del tumore nella prostatectomia.

Tuttavia, anche se: elevata proliferazione cellulare MIB1ridotta espressione di inibitori di chinasi ciclino-dipendenti e presenza di attivit telomerasica. Di tuttaltra please click for source pu essere la caratterizzazione biologica del carci- noma prostatico per il disegno di nuovi farmaci e di nuove modalit tera- peutiche, in considerazione dellaumentata espressione di molecole anti- apoptotiche o comunque coinvolte nel favorire la sopravvivenza cellulare, durante la progressione tumorale e linsorgenza di resistenza cellulare.

Una volta dimostrata la rilevanza di tali fattori di sopravvivenza nellevoluzione clinica della neoplasia, la proposizione di molecole in grado di contrastarne lespressione aprir incoraggianti prospettive per la proposizione di strategie terapeutiche innovative. Il PSA pu essere considerato lunico marcatore da utilizzare routinaria- mente nei pazienti con patologia prostatica. Il PSA una serin-proteasi callicreino-simile prodotta principalmente dal tessuto prostatico.

In realt, si dimostrato che il PSA viene prodotto anche da altri distretti corporei nei quali sembra sia soggetto a regolazione ormo- nale. Tuttavia, solo il PSA prodotto dalla prostata raggiunge livelli ematici quantitativamente significativi e come tali di rilevanza clinica. Quindi, da un punto di vista pratico, il PSA pu essere considerato ancora oggi un marca- tore specifico per il tessuto prostatico.

Il PSA circola nel sangue sia libero che legato a inibitori enzimatici qua- fastidio alla prostata toccando il colon ascendente lantichimotripsina e lalfamacroglobulina. I metodi immunometrici co- munemente disponibili riconoscono il PSA libero ed il PSA legato allanti- chimotripsina, mentre non riescono a misurare il PSA legato allalfa-2ma- croglobulina.

La percentuale di PSA libero rispetto al PSA totale valori ecografia alla prostata lh williams re nei pazienti con ipertrofia prostatica che nei pazienti con cancro della pro- stata.

Aumenti del PSA, fino a volte rispetto ai valori normali nelle forme acute, sono riscontrabili anche nelle prostatiti, meno spiccati nelle for- me croniche, con variabili rapporti fra PSA libero e PSA totale.

Inoltre, continua la valutazione del significato dei livelli ematici della hK2 human Kallikrein 2proteasi che ha il ruolo biologico di clivare il pro-PSA in PSA. I primi ri- sultati delle valutazioni cliniche in corso mettono in evidenza il possibile ruolo diagnostico sia delle nuove forme di PSA che della hK2 nei casi con PSA totale compreso nel range di normalit.

valori ecografia alla prostata lh williams

Tuttavia, anche questi nuovi biomarcatori sono ancora in fase di valutazione iniziale. Pertanto il loro im- piego deve essere rigorosamente limitato a ricerche finalizzate alla loro va- lutazione ed i risultati della loro eventuale determinazione non devono esse- re riportati nel referto del laboratorio. Questo dovuto a diverse va- riabili biologiche, fra le quali la principale la here nei campioni ema- tici di PSA libero e Valori ecografia alla prostata lh williams legato allantichimotripsina.

Queste due diverse fra- zioni vengono infatti entrambe misurate dai metodi immunometrici com- mercialmente disponibili. Tuttavia larchitettura del singolo metodo, i valori ecografia alla prostata lh williams si anticorpi utilizzati e, soprattutto, le caratteristiche dello standard utilizza- to nei diversi dosaggi condizionano la capacit di misurare in modo equi- molare il PSA libero ed il PSA legato allantichimotripsina.

Valori ecografia alla prostata lh williams stati mes- si recentemente in commercio kit per il dosaggio del PSA coniugato. Ri- spetto a quelli per il dosaggio del PSA libero, questi avrebbero il vantaggio della maggiore stabilit nel tempo.

Infatti, il dosaggio del PSA libero deve essere effettuato sul siero fresco, a breve distanza dal prelievo. La recente disponibilit di uno standard internazionale di riferimento ha ridotto consi- stentemente la variabilit fra i risultati ottenuti con metodi differenti. La va- riabilit legata al metodo rimane invece ancora elevata per il dosaggio del PSA libero.

Considerato che il PSA libero viene espresso in rapporto al PSA totale, in caso di dosaggio di entrambe le forme la variabilit legata al libe- ro fa s che il risultato sia ancora metodo-dipendente. Per quanto riguarda le metodiche diagnostiche, la biopsia prostatica pu causare valori ecografia alla prostata lh williams anche rilevanti fi- no a 50 volte del PSA.

Dopo la biopsia i valori di PSA tornano ai livelli pre. Pertanto, lesplorazione rettale non modifica sostanzialmente il significato decisionale del PSA, in quanto i va- lori dellantigene variano allinterno di valori ecografia alla prostata lh williams intervallo in cui vengono comun- que suggerite strategie diagnostiche e terapeutiche.

Ma anche vero che, quando si vogliono valutare le variazioni del PSA indotte da un eventuale trattamento, sia nel caso del cancro sia del- lipertrofia prostatica benigna, necessario conoscere il valore basale del- lantigene. Continue reading questo caso, ogni variazione quantitativa del PSA indotta dal- lesplorazione rettale pu compromettere una corretta valutazione delle va- riazioni successive dellantigene.

Quindi, quando possibile, raccomanda- bile eseguire il prelievo per il PSA prima della esplorazione rettale o alme- no 24 ore dopo la manovra. Per quanto riguarda altre manovre, luso del catetere a dimora pu cau- sare un incremento del valore ematico del PSA, mentre leffetto delleco- grafia transrettale stato valutato solo aneddoticamente e non possibile per ora stabilirne lesatta influenza sui valori plasmatici dellantigene.

Dal pun- to valori ecografia alla prostata lh williams vista operativo, va comunque considerata buona norma, ove possibile, eseguire il dosaggio del PSA prima di ogni manovra diagnostica. Fra le altre cause di variazione dei livelli circolanti di PSA, va riportata anche leiaculazione. Anche se i rapporti fra eiaculazione e livelli ematici di PSA sono controversi, esistendo un nesso biologico per una possibile inter- ferenza dellattivit sessuale sui livelli ematici dellantigene, consigliabile suggerire ai pazienti di eseguire la determinazione del PSA ad almeno 24 ore di distanza da ogni attivit sessuale.

Il farmaco induce valori ecografia alla prostata lh williams riduzione delle dimensioni della ghiandola prostatica e viene frequentemen- te usato nel trattamento dellipertrofia prostatica benigna. La finasteride cau- sa, fra laltro, quasi un dimezzamento dei livelli di PSA, che raggiunge un li- vello di plateau fra 3 e 6 mesi dopo linizio del trattamento.

Questo com- portamento abbastanza costante e si verifica nella maggior parte dei pa- zienti trattati. Considerata la prevalenza del cancro prostatico nella popolazione con. Una strategia analoga dovr essere utilizzata qualora si verifi- chino incrementi del PSA durante il follow-up di pazienti in trattamento con finasteride.

Inoltre, sempre pi consistente il problema di porre diagnosi di carcinoma in pazienti con PSA inferiore a 4. Oggi il valore di 4. Per aumentare lefficienza diagnostica del marcatore sono state proposte diverse alternative. PSA density La PSA density esprime il rapporto fra il PSA e le dimensioni misurate ecograficamente della ghiandola, e si basa sul fatto che la quantit di PSA prodotto per grammo di tessuto molto maggiore nel cancro che non nelli- pertrofia.

Tuttavia, valori ecografia alla prostata lh williams sua interpretazione complicata dalle seguenti variabili:. Il riferimento del PSA al volume ecografico della sola zona transiziona- le sembra incrementare lefficacia diagnostica di questo approccio, ma man- ca ancora una chiara dimostrazione in tal senso.

Intervalli di riferimento valori ecografia alla prostata lh williams per et Il PSA notoriamente pi elevato nei pazienti pi anziani. Lincremento di PSA dipende in parte dallincremento del volume della ghiandola con le- t, in parte da altre variabili, quali lischemia o linfarto prostatico o la pre- senza di episodi subclinici di prostatite.

Quindi, lincremento del PSA con let maggiore di quanto ci si dovrebbe attendere in relazione allaumento di volume della ghiandola. Luso dintervalli di riferimento diversi per pa- zienti con diverse et ha il vantaggio di rendere il marcatore pi sensibile nei pazienti pi giovani e pi specifico nei soggetti pi anziani. Questo criterio senzaltro promettente e dovrebbe essere verificato su casistiche adeguate. A titolo di esempio, si riporta una tabella che mostra gli intervalli di riferimen- to aggiustati per let suggeriti da tre diversi studi pubblicati recentemente.

Da questi dati emergono due diverse indicazioni: il PSA aumenta significativamente con let anche nei soggetti senza pato- logia; gli intervalli di riferimento ottenuti in studi diversi, anche se mostrano uno stesso andamento, non sono sovrapponibili. Pertanto, non si ritiene raccomandabile luso degli intervalli di riferimento aggiustati per et come criterio decisionale routinario nella pratica clinica. Questo dovuto al fatto che i pa- zienti con neoplasia prostatica hanno una quota di PSA libero circolante ri- dotta rispetto ai pazienti con ipertrofia prostatica benigna.

Si deve ricordare tuttavia che i dosaggi commerciali per il PSA libero presentano ancora un li- vello non soddisfacente di standardizzazione. I risultati sono quindi parzial- mente metodo-dipendenti. Luso routinario del PSA libero deve attenersi al- le seguenti raccomandazioni: il PSA libero non va usato da solo, ma va sempre dosato in associazione con il PSA totale ed espresso in rapporto a questultimo.

Dovr quindi essere calcolato su una propria popolazione di riferimento o ricavato dalla letteratura relativa al metodo utilizzato. A scopo schematico si. Non mancano, pe- r, le eccezioni. Sembra infatti che la variazione quantitativa su base annuale tra prelievi seriati di uno stesso paziente sia pi significativa del valore assoluto del PSA nella diagnosi differenziale tra cancro ed ipertrofia.

Tosteson; FE. Speizer; A. Ascherio; MP. Vessey; GA. Colditz, A retrospective cohort study of vasectomy and prostate cancer in US men. Giles, Check this out. Severi; DR.

English; MR. McCredie; R. Borland; P. Boyle; JL. Hopper, Sexual factors and prostate cancer. Dennis, CF. Lynch; JC. Torner, Epidemiologic association between prostatitis and prostate cancer. Calle, C. Rodriguez; K. Walker-Thurmond; MJ.

Thun, Overweight, obesity, and mortality from cancer in a prospectively studied cohort of U. Prostate Gland and Seminal Vesicles. Springer-Verlag Berlin-Heidelberg. Clinically Oriented Anatomy. Männliche Genitalorgane. In: Handbuch der mikroskopischen Anatomie des Menschen. VII Part 2, pp.

Berlin: Springer Miller, KS. Hafez; A. Stewart; JE. Montie; JT. Wei, Prostate carcinoma presentation, diagnosis, and staging: an update form the National Cancer Data Base. Vis; MJ. Roobol; MF. Wildhagen; HJ. Schröder, Comparison of screen detected and clinically diagnosed more info cancer in the European randomized study of screening for prostate cancer, section rotterdam. Grubb, KA. Roehl; JA.

Antenor; WJ. Catalona, Results of compliance with prostate cancer screening guidelines. Giusti, D. Caramella; E. Fruzzetti; M.

Valori ecografia alla prostata lh williams A. Tognetti; C. Bartolozzi, Peripheral zone prostate cancer. Chodak, P. Keller; HW. Schoenberg, Assessment of screening for prostate cancer using the digital rectal examination.

Krahn, JE. Mahoney; MH. Eckman; J. Trachtenberg; SG. Pauker; AS. Detsky, Screening for prostate cancer. A decision analytic view. Essink-Bot, HJ. Nijs; WJ.

Kirkels; PJ. Schröder, Short-term effects of population-based screening for prostate cancer on health-related quality of life. URL consultato il 21 dicembre Picchio, C. Messa; C. Landoni; L.

Nicotina e problemi derezione

Gianolli; S. Sironi; M. Brioschi; M. Matarrese; DV. Matei; F. De Cobelli; A. Del Maschio; F. Rocco, Value of [11C]choline-positron emission tomography for re-staging prostate cancer: a valori ecografia alla prostata lh williams with [18F]fluorodeoxyglucose-positron emission tomography. Scher, M. Seitz; W. Albinger; R. Tiling; M. Scherr; HC.

Becker; M. Souvatzogluou; FJ. Gildehaus; HJ. Wester; S. Tumorzentrum Freiburg Archiviato il 9 ottobre in Internet Archive. Wiley-VCH Verlag, 7. Gupta, M. Varghese; MM. Shareef; MM. Finley, AS. Belldegrun, Salvage cryotherapy for radiation-recurrent prostate cancer: valori ecografia alla prostata lh williams and complications. Wu, L. Sun; JW. Moul; HY. Wu; DG. McLeod; C. Amling; R. Lance; L. Kusuda; T. Donahue; J.

Foley; A. Chung, Watchful waiting and factors predictive of secondary treatment of localized prostate cancer. Zincke, JE. Oesterling; ML. Blute; EJ. Bergstralh; RP. Myers; DM. Barrett, Long-term 15 years results after radical prostatectomy for clinically localized stage T2c or lower prostate cancer. Gerber, RA. Thisted; PT. Scardino; HG. Frohmuller; FH. Schroeder; DF. Link AW. Bullo ML, Tschumi S, Bucher BS, et al: Pregnancy outcome following exposure to angiotensin-converting enzyme inhibitors or angiotensin receptor antagonists: a systematic review.

Hypertension 60 2 Perinatal outcome and amniotic fluid index in the antepartum and intrapartum periods: A meta-analysis. Am J Obstet Gynecol.

Erezione parrocchie nel 1960 sicilia ny

Ultrasound evaluation of amniotic fluid volume: methods and clinical accuracy. Acta Biomed. Perinatal outcomes of pregnancies with borderline amniotic fluid index. Arch Gynecol Obstet. Ultrasound Q. Ultrasonography in Obstetrics and Gynecology. Elsevier inc. Queste pagine fanno parte del sito fertilitycenter. Ringrazio i lettori per la loro cortese attenzione e li prego di voler comunicare le loro osservazioni e consigli su eventuali errori o esposizioni incomplete.

In nessun caso quindi le informazioni presenti in questo sito sono da intendersi come sostitutive del parere del medico. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Sito web. Home Log In. La nuova versione delle Basi scientifiche per la definizione di linee guida in ambito clinico per i tumori della Prostata si inserisce in un pi vasto proget- to editoriale, gi avviato nellambito dei Progetti Finalizzati CNR ed attual- mente sponsorizzato e finanziato dai Progetti Strategici Oncologia del CNR- MIUR.

Tale progetto ha lo scopo di mettere a disposizione del medico di medicina generale e dello specialista, ma anche degli altri operatori sanitari, della comu- nit dei pazienti e delle Associazioni di volontariato nonch dei ricercatori, un compendio sui principali tumori, facilmente consultabile da un pubblico cos eterogeneo, dal quale sia possibile learn more here informazioni aggiornate sui principali aspetti biologici e clinici delle neoplasie.

La consultazione di questo, cos come degli altri volumi, consente di acqui- sire ed identificare valori ecografia alla prostata lh williams elementi utili per costruire percorsi diagnostico-terapeu- tici in linea con gli attuali standard. Lopera, che non rappresenta e non vuole rappresentare linee guida operative, bens le basi scientifiche necessarie per la loro formulazione, rispecchia infatti lattuale stato dellarte rivisitato con laiu- to di esperti qualificati appartenenti alle diverse discipline.

La consultazione, inoltre, pu essere utile per cogliere gli aspetti controver- si che possono rappresentare valori ecografia alla prostata lh williams spunto per avviare od approfondire nuove ri- cerche. Lattuale versione stata aggiornata relativamente alle singole tematiche, in base valori ecografia alla prostata lh williams letteratura pi recente.

E stato anche introdotto un nuovo capitolo ine- rente la PSA Rising Syndrome che rappresenta un problema emergente. Augurandoci che anche questa versione possa riscuotere lo stesso successo della precedente pubblicata nelriteniamo doveroso ringraziare tutti i col- leghi che hanno fatto parte del Gruppo di Studio per lestensione del documen- to e quelli del Gruppo di Valori ecografia alla prostata lh williams per limportante apporto critico e costruttivo.

Francesco Boccardo Prof. Si ringraziano la dott.

Sindrome da affaticamento cronico e disfunzione erettile

Anche questo nuovo volume sar inserito nel sito: www. La maggior parte dei Registri Tumori rileva un aumento dellincidenza del carcinoma prostatico, che attualmente, in molti Paesi occidentali, rap- presenta il valori ecografia alla prostata lh williams tumore pi frequente nel sesso maschile. In alcuni Valori ecografia alla prostata lh williams si, come gli Stati Uniti e i Paesi Scandinavi, il carcinoma della prostata rappresenta il tumore pi frequente fra i maschi. Da circa venti anni negli USA e in Canada e da circa dieci anni in molti Paesi occidentali industria- lizzati, anche se con un andamento meno evidente valori ecografia alla prostata lh williams pi lento, lincidenza ha subito un rapido aumento, fino a circa 10 volte, per poi diminuire ed at- testarsi su valori di circa 1.

Tale evenienza si spiega essenzialmente con laumentato uso, in questi Paesi, della determinazione dellantigene pro- statico specifico PSAin forma di screening opportunistico e la conse- guente diagnosi di un numero molto elevato di carcinomi asintomatici e preclinici.

La mortalit non aumentata in uguale misura, anche se il car- cinoma prostatico rimane pur sempre la seconda causa di morte per malat- tia neoplastica fra i maschi negli Stati Uniti. Nei please click for source della Comunit Eu- ropea il tasso dincidenza del carcinoma prostatico di 55 casi per La discrepanza tra laumento dellincidenza e la sostanziale stabili- t della mortalit, con un limitato flesso di quest ultima osservato negli ul- timi anni spiegabile dai miglioramenti della terapia medica delle forme avanzate, perdura da oltre un decennio dopo il picco di incidenza.

Tale discrepanza conferma che lanticipazione diagnostica mediamente di 10 anni e suggerisce che buona parte dei carcinomi identificati in tal modo sia di fatto sovradiagnosticata e destinata, in assenza di screening, a non ma- nifestarsi clinicamente nella vita carcinoma latente. Let avanzata e la presenza dormoni androgeni click here attivi nel sangue circolante e nel tessuto prostatico rappresentano ancora oggi i fattori causali pi rilevanti.

Valori ecografia alla prostata lh williams

Non vi dubbio tuttavia che, come per la maggior parte dei tumori so- lidi, leziologia del carcinoma prostatico sia multifattoriale e sia il risulta- to di una complessa interazione di fattori genetici ed ambientali con let e lo stato ormonale dei soggetti a rischio. Per esempio, lincidenza alta nella popolazione di colore negli Stati Uniti; per contro, in alcuni Paesi del Sud-Est asiatico si riscontrano tassi dincidenza molto bassi, in- feriori di dieci volte al tasso dincidenza nellAmerica del Nord e in molti Paesi dellEuropa.

Tale differenza ancora pi spiccata se si considerano particolari gruppi etnici. Nel stata registrata unincidenza di per I fattori ambientali, che sono molto pi difficili da identificare, spiega- no tuttavia la maggiore incidenza di tumore negli emigranti, per esempio il significativo aumento dell'incidenza che si riscontra negli individui asia- tici dopo che sono immigrati negli Stati Uniti o in Europa, soprattutto a partire dalla seconda generazione.

I fattori ambientali comprendono i fat- tori dietetici e forse anche alcuni cancerogeni presenti nellambiente, so- prattutto in quello di lavoro. Mentre non possibile pensare dinterferire con i fattori genetici, esiste la possibilit, almeno teorica, di ridurre lesposizione ai fattori ambientali che si ritiene possano intervenire nella promozione del carcinoma prosta- tico, riducendo cos lincidenza di questa malattia.

Ci suggerito dal fat- to che la prevalenza autoptica del carcinoma latente nelle popolazioni in cui si riscontra una bassa incidenza di forme clinicamente manifeste del tutto analoga a quella riscontrabile nelle popolazioni ad alta incidenza. Daltra parte, osservazioni recenti suggeriscono che la dieta e in particola- re un eccessivo apporto calorico e di grassi, possa valori ecografia alla prostata lh williams un ruolo causale, mentre lesposizione alla luce solare sembra avere un ruolo protettivo.

La bassa incidenza di carcinoma prostatico nelle popolazioni asiatiche po- trebbe pertanto essere messa in relazione con una dieta a basso contenuto lipidico e ad alto contenuto in fibre e fitoestrogeni, che a loro volta po- trebbero svolgere un ruolo protettivo. Gli isoflavonoidi ed i lignani pos- seggono tutti una debole attivit estrogenica e sono presenti nei semi di soia, nel granoturco, in alcuni frutti e nelle verdure.

Particolare interesse ha suscitato il licopene, contenuto nel pomodoro, crudo o cotto, e nella salsa. Questi composti possiedono ulteriori attivit biologiche che, nel tempo, possono alterare significativamente il metabolismo e la biodisponibilit degli ormoni valori ecografia alla prostata lh williams. La concentrazione di queste sostanze, determinata nella saliva, nel sangue e nel liquido prostatico di varie popolazioni in Eu- ropa ed in Asia, presenta differenze significative che sembrerebbero avva- lorare ulteriormente il ruolo della dieta come possibile fattore causale del carcinoma prostatico.

Poich non prevedibile una riduzione dincidenza della malattia attra- verso una prevenzione primaria efficace, non vi dubbio che la prevenzione secondaria rimanga lunico mezzo teoricamente disponibile per influire sul- la storia naturale della malattia e ridurre la mortalit.

Il mezzo ipotizzabile quindi lo screening, individuale-opportunistico o di popolazione: il test di screening che appare pi confacente allo scopo, per considerazioni com- plessive valori ecografia alla prostata lh williams costi, convenienza ed valori ecografia alla prostata lh williams diagnostica, quello del PSA.

Va tenuto pre- sente che il costo di uno screening indiscriminato della popolazione maschi- le, al di sopra dei 50 anni di et, pressoch insostenibile per qualunque co- munit. Pertanto, fino ad allora non sar possibile definire lutilit o meno dello screening. Peral- tro, questi studi controllati go here altri studi pilota di screening hanno dimostra- to che lanticipazione diagnostica ottenibile molto elevata, oltre 10 anni, e che, in valori ecografia alla prostata lh williams per laspettativa di vita limitata dei soggetti candidati allo screening, buona parte dei casi diagnosticati non era destinata a manifestar- si clinicamente nellarco della vita.

La notevole an- ticipazione diagnostica, la sovradiagnosi e il sovratrattamento costituiscono importanti effetti negativi dello screening, sia per la loro frequenza che per la loro entit. Basti pensare come lanticipazione o ancor peggio la gratuit.

Non stupisce che molti consessi scientifici, non ultima la Comunit Europea, abbiano ribadito la non eticit dello screening su qualsiasi soggetto in as- senza di una dimostrazione di efficacia. Purtroppo alcune autorevoli asso- ciazioni come lAssociazione Americana di Urologia AUA e lAssociazio- ne Americana per il Cancro ACS hanno prodotto raccomandazioni relative allopportunit del dosaggio del PSA nei maschi di et superiore ai 50 anni, sia pure in assenza di evidenza scientifica che lo giustifichi.

Questo, assieme ad una diffusa campagna a favore dello screening da parte dei mezzi din- formazione e di testimonial importanti, quantomeno non documentati, hanno fatto s che, certamente negli USA, ma recentemente anche in Euro- pa, lo screening opportunistico si sia molto diffuso. Questo non solo co- stituisce un problema per gli studi randomizzati in corso, essenziali per la de- finizione dellefficacia dello screening, con contaminazione della popola- zione di controllo e perdita di potenza statistica, ma soprattutto espone i sog- getti esaminati ai rischi sopraindicati dello screening senza che si possa pro- mettere loro un beneficio valori ecografia alla prostata lh williams e tanto meno quantizzarlo.

Allo stato attuale delle conoscenze non pertanto lecito, al di fuori di stu- di prospettici di efficacia dei quali si attende lesito, sottoporre indiscrimina- tamente la popolazione maschile a test diagnostici, quali il PSA, in assenza di sintomi valori ecografia alla prostata lh williams unicamente sul maggiore rischio legato allet. Altra importanza assume invece luso del PSA in ambito clinico, per la diagnosi differenziale di quadri valori ecografia alla prostata lh williams presentino anche un minimo dubbio di neoplasia: in queste situazioni il PSA di grande utilit per la diagnosi tempestiva, in associazione alla esplorazione rettale e alla valori ecografia alla prostata lh williams transrettale.

La comparsa di sintomi delle basse vie urinarie valori ecografia alla prostata lh williams, pollachiu- riasolitamente, viene ritenuta secondaria a malattia localmente valori ecografia alla prostata lh williams. Ad essere interessata larea valori ecografia alla prostata lh williams del tratto cervico-uretrale, com- prendente luretra prostatica, il collo ed il trigono vescicale.

La comparsa, invece, di sintomatologia dolorosa riferita allo scheletro pu essere espressione di localizzazione secondaria ossea. Lanuria ostrutti- va o la perdita di funzione di un rene possono conseguire alla infiltrazione degli ureteri a livello del trigono od a seguito della loro compressione da par- te dei linfonodi iliaci interni metastatici allimbocco della piccola pelvi. Qualche volta, parestesie, dolori o deficit motori agli arti inferiori, inconti- nenza fecale ed urinaria possono essere secondari a compressione midollare da metastasi vertebrali protrudenti nello speco vertebrale.

Esplorazione digito-rettale DRE I mezzi che attualmente vengono impiegati in clinica per diagnosticare un nodulo prostatico sono lesplorazione digito-rettale DRE e lecografia transrettale della prostata TRUS. La DRE deve, comunque, costituire il primo approccio diagnostico al pa- ziente che presenti sintomatologia riferibile ad una patologia prostatica.

Vie- ne preferibilmente eseguita con il paziente in piedi, piegato in avanti con i. Con la DRE si apprezzano il tono dello sfintere anale, lo stato di ripienezza dellampolla rettale, le dimensioni, la consistenza, la configurazione della prostata, la persistenza del suo solco mediano, la simmetria fra i due lobi, la dolorabilit della ghiandola e leventuale presenza di un nodulo di induri- mento o di diversa consistenza ghiandolare.

Del nodulo si possono definire i contorni e, soprattutto, una sua estensione extracapsulare. Con la vescica ed il retto vuoti, pi agevole apprezzare la regione periprostatica: la base del- la vescica, langolo prostato-vescicolare ed i solchi laterali. Con la DRE si riescono ad apprezzare solo tumori dolore pelvico rink de originano nella zo- na periferica della ghiandola.

Sfuggono, invece, quei tumori a partenza dal- la zona di transizione o che non sono molto estesi. Ogni area della prostata pu essere sede della neoplasia. Va segnalato ogni cambiamento della consistenza e della configurazione della ghiandola, senza dimenticare che, oltre al carcinoma, altre patologie non neoplastiche, quali la calcolosi, le prostatiti, la TBC, aree dinfarto, una reazione post- bioptica ed anche noduli di ipertrofia, possono esserne responsabili.

La DRE fa parte di una regolare valutazione del paziente. La presenza di aree di indurimento o la loro persistenza, anche dopo mesi di trattamen- to con antibatterici ed antinfiammatori, soprattutto se accompagnati ad au- mento del PSA, rappresentano il criterio clinico discriminante per decidere sulla opportunit di eseguire una biopsia.

In conclusione, ai vantaggi della semplicit e della non invasivit, la DRE, presa isolatamente, contrappone gli svantaggi della variabilit sogget- tiva e dellimpossibilit di apprezzare lintera prostata. Ecografia prostatica transrettale TRUS Luso appropriato della TRUS valori ecografia alla prostata lh williams diagnosi del cancro della prostata strettamente correlato alla familiarit che lesaminatore ha con unidonea sonda ad alta risoluzione da Ci dovuto alla elevata cellularit del tessuto neoplastico che produ- valori ecografia alla prostata lh williams un numero minore di echi interni.

In considerazione della minima distanza fra trasduttore e ghiandola, la. I parametri valutabili con la TRUS sono cos riassumibili: volume prostatico in toto; volume approssimativo della neoplasia; integrit della capsula; ecostruttura ghiandolare; rapporti con organi adiacenti.

Le limitazioni della TRUS nella valutazione del rischio di carcinoma del- la prostata sono ben note. Infatti, in molte casistiche viene riportato appena il 6. La mancanza di un quadro ecografico patognomonico di carcinoma probabilmente il vero fattore che giustifica questi insoddisfacenti risultati. Limpiego del color doppler, anche dopo somministrazione di read more di contrasto ecografico, non ne aumenta, in ma- niera statisticamente significativa, la sensibilit e la specificit.

Dopo trattamenti per malattia organo-confinata, la TRUS pu essere riservata ai casi in cui la sintomatologia indicativa di una progres- sione locale della malattia. Il suo ruoloal contrario, insostituibile nellesecuzione di biopsie per ot- tenere una conferma istologica di un sospetto carcinoma della prostata. In conclusione, se la TRUS, salvo eccezioni, rinviata al momento dellesecu- zione delle biopsie ecoguidate, necessario ottenere unaccurata descrizio- ne del reperto ecografico realizzato in questa occasione.

In genere, viene eseguita per via transperineale o transrettale, quasi sempre sotto guida ecografica. Si raccomanda di effettuare unago- biopsia prostatica anche nei casi in cui la diagnosi di carcinoma appare ov- via per diversi motivi quadro palpatorio tipico, con estensione extracapsu- lare, PSA elevato, con o senza metastasi ossee per avere, comunque, la de- finizione dellistotipo valori ecografia alla prostata lh williams del grading, elementi necessari per la prognosi e la previsione di ormonosensibilit.

In questi casi legittimo effettuare sola- mente prelievi digito-guidati. Nel Holm esegu il prelievo bioptico della prostata per via transpe- rineale a vista, sotto controllo ecografico. Venne utilizzata una sonda trans- rettale a scansione radiale. Sullasta centimetrata di tale sonda era avvitato un adattatore metallico che presentava delle scanalature per consentire il pas- saggio daghi fino a 14 G di calibro.

A tali scanalature corrispondevano sul monitor altrettanti markers luminosi.

Operazione alla prostata con il laser center

Successivamente, alla sonda radiale si sono associate sonde a scansione longitudinale e, pi recentemente, a scan- sione multiplanare. Queste permettono di visualizzare lago read article subito dopo la sua penetrazione nella cute del perineo o nella mucosa rettale, per- mettendo quindi di orientarlo sul nodulo da biopsiare in maniera precisa, e di prelevare la quantit necessaria di tessuto prostatico. Gli Aghi. La scelta dellago da utilizzare varia a seconda della preferen- za e dellesperienza delloperatore e dellanatomo patologo cui viene invia- to il prelievo.

La classificazione degli aghi basata sul calibro esterno, espresso in gouge o in millimetri, sul tipo di prelievo, citologico, istologico o cito-isto- logico e sulla tecnica bioptica che si vuol eseguire, aghi trancianti ed aghi non trancianti, automatici, semiautomatici e manuali. La biopsia ecoguidata con sonda transrettale con ago 18G ormai diventata la modalit standard. Se eseguita per via transrettale, non necessita di alcuna anestesia ed grava- valori ecografia alla prostata lh williams da una bassa percentuale di complicanze.

Esecuzione del prelievo. Il paziente, con assetto coagulativo nella norma, effettua, qualche ora prima dellesame, un clistere basso di pulizia.

Lanti- bioticoterapia, da iniziare 24 ore prima della biopsia e da continuare nei tre giorni successivi, indicata, in genere, solo nel caso di prelievo per via trans- rettale. Anche per more info biopsie transrettali, raccomandata unanestesia valori ecografia alla prostata lh williams, come indica.

Per il prelievo transperineale il paziente in posizione litotomica con la sonda ecografica introdotta nel retto. Dopo disinfezione della cute del pe- rineo, si anestetizzano i piani profondi dello stesso, nel lato corrisponden- te alla lesione sospetta.

Dopo aver fissato sullasta centimetrata ladattato- re metallico, valori ecografia alla prostata lh williams in precedenza riferito, si procede alla biopsia. Nelle scansioni longitudinali, una volta introdotto lago nello spazio ischio-rettale, si avr cura di evitare il retto, la vescica, le vene valori ecografia alla prostata lh williams tiche, le vescichette seminali e luretra; ci sar possibile tenendo sempre sotto controllo ecografico lago.

Una volta giunti a livello del nodulo pro- statico si proceder al prelievo del tessuto.